Libera Accademia Aldo Bargero Libera Accademia Aldo Bargero

Corso di formazione e approfondimento in pedagogia curativa, rivolto ad insegnanti, educatori, medici, terapeuti, assistenti, operatoti psico/socio/sanitari che si occupino di bambini e ragazzi bisognosi di cure speciali.

Questo corso è indirizzato a coloro che intendono acquisire, ampliare o approfondire le proprie competenze professionali nel campo della pedagogia curativa, ovvero a coloro che intendono seguire o seguono bambini e ragazzi con disabilità fisiche, mentali, sociali, multiple.

Libera Accademia Aldo Bargero

Corso di formazione e approfondimento in pedagogia curativa. Per insegnanti, educatori, medici, terapeuti, assistenti, operatori psico/socio/sanitari, che si occupano di bambini e ragazzi bisognosi di cure speciali.

Questo corso è indirizzato a coloro che intendono acquisire, ampliare o approfondire le proprie competenze professionali nel campo della pedagogia curativa, ovvero a coloro che intendono seguire o seguono bambini e ragazzi con disabilità fisiche, mentali, sociali, multiple. Si tratta di un corso triennale e il primo ciclo ebbe inizio nel settembre 2006. Il corso si articola in un fine settimana al mese per dieci mesi e due settimane estive. Questa formula è stata scelta per permettere la frequenza a coloro che già lavorano.

Per accedere al corso si richiedono almeno due anni di pratica di insegnamento nella pedagogia tradizionale o nella pedagogia Waldorf. Il corso prevede momenti conoscitivi, di pratica artistica ed esperienze di cura del corpo. Il tutto è finalizzato, oltre all’acquisizione delle necessarie competenze professionali, anche allo sviluppo dell’autoconoscenza e di qualità sociali.

Tutti gli elementi conoscitivi verranno orientati attraverso esperienze concrete per evitare che essi assumano un carattere teorico, unilaterale, isolato dalla pratica stessa. Anzi, questa ultima è la base e il fondamento del percorso formativo, poiché permette di conoscere attraverso l’azione e la successiva riflessione.

Le esercitazioni nelle varie arti sono un elemento fondamentale di tutta la preparazione dell’educatore. Esse sviluppano la fantasia e la creatività. Euritmia, pittura, modellaggio, disegno di forme e dinamico, musica e canto, arte della parola, lavoro manuale, ginnastica, hanno il compito di favorire processi di trasformazione interiore e di sviluppare le qualità sopra citate, per il compito educativo e curativo, per configurare creativamente la sfera della vita e l’ambiente sociale dei bambini e dei ragazzi bisognosi di cure dell’anima.

Per la cura del corpo, aspetto molto importante nell’ambito della pedagogia curativa, sono previste esperienze di frizioni e applicazioni esterne.

Durante il corso saranno affrontati temi ed esperienze in campo sociale. L’autoconoscenza e l’impulso alla trasformazione di se stessi uniti alla comprensione dell’altro porteranno a sviluppare qualità collegiali, senza le quali non può essere svolto il compito della pedagogia curativa.

Il colloquio pedagogico verrà esercitato ogni fine settimana del percorso di studi. L’esercizio di questo strumento, permette la collaborazione di tutte le figure professionali che sono indispensabili nella pedagogia curativa: medico, terapeuti, insegnanti.

Alla fine di ogni anno accademico, durante le settimane intensive, i docenti incontreranno singolarmente i corsisti per dialogare rispetto al percorso formativo. Durante il corso dell’anno potranno essere richiesti colloqui personali sia da parte dei docenti che degli studenti. Sarà prerogativa del collegio insegnati ogni decisione rispetto al proseguo del percorso formativo individuale.

Tale percorso si dovrà concludere entro i tre anni successivi al triennio di frequenza

Senza amore non è possibile giungere ad alcuna conoscenza dell'uomo che possa essere base a fondamento di una reale arte pedagogica. (Rudolf Steiner 1861-1925)